Antiche energie che fanno emergere la nostra forza vitale.

L'evento si svolgerà a marzo 2020 in Grecia. Sei giorni dedicati a un'esperienza didattica e formativa con passeggiate filosofico-teatrali, dialoghi, laboratori di filosofia pratica e altro ancora.


Il festival della Filosofia in Grecia rivive l’antico
percorso vissuto dalla koinè mediterranea attraverso i secoli e ritrova il suo cuore
pulsante, la sua autentica appartenenza e approda in Grecia ad Atene – Delfi –
Epidauro – Messene Antica – Isthmos
. La Koinè ritrova il cosmopolitismo
autentico della philia ovvero un Amore che si fonda su un rapporto relazionale
libero, paritario, senza alcuna velleità di possesso. La comunità mediterranea
attraverso la sua filosofia ci ricorda che è possibile essere amici nell’essere
stranieri : il grande “arcipelago” è lo scrigno che ha dato vita ad amicizie stellari
come le definisce Nietzsche: “Quando non è amicizia essere l’amico del simile , di
ciò che si conosce , di ciò che in qualche modo ci appartiene. E’ amicizia credere
che esiste veramente una straordinaria , invisibile curva e orbita stellare , nella
quale le nostre così diverse vie e mete potrebbero essere ricomprese, quasi fossero
esigui tratti di strada”. Una strada già indicata da Epicuro, che forse ha scritto le
parole più belle sull’amicizia : di tutti i tesori che la saggezza può ammassare per
la felicità, l’amicizia è il più grande, il più inesauribile, il più dolce. Chi è persuaso
che nella vita non c’è nulla di più solido dell’amicizia, conosce l’arte di affermare
il suo spirito contro il timore dell’eternità o della durata del dolore. Non è da
stimare né chi s’abbandona con facilità all’amicizia né chi esita a farlo. È
necessario correre rischi, per amore dell’amicizia. L’amicizia percorre danzando la
terra, recando a noi tutti l’appello di aprire gli occhi sulla felicità. La strada è
ancora la stessa il festival della filosofia traccia quella rotta tra oriente e occidente
tra isole e penisole, convinto che insieme si possano realizzare amicizie stellari e
compiere un entusiasmante viaggio alla scoperta di se stessi e di una autentica
relazione con l’altro.

I nostri strumenti didattici

Dialogo filosofico

Ogni anno il Festival della Filosofia ospita un filosofo di rilievo internazionale che dialoga con i ragazzi sul tema dell’evento.  La dimensione maieutica e dialogica realizza un’esperienza didattica innovativa, dove il filosofo veicola il contenuto filosofico attraverso le categorie intellettuali dei ragazzi.

Nella scorsa edizione abbiamo ospitato Lucrezia Ercoli, un’eccezionale giovane filosofa, direttrice del festival di Filosofia del Contemporaneo “Popsophia” e docente di Filosofia dell’arte e dello spettacolo” presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata.

Lucrezia ha presentato un Dialogo Filosofico nella magica cornice del Teatro di Noto, davanti ad una giovane platea attenta e partecipe. Il titolo, “O amore rissoso! O odio amoroso! Il caos di leggiadre forme tra Empedocle e Shakespeare” ha colto perfettamente la tematica del Festival mettendo in relazione il pensiero del medico e pensatore greco con la filosofia del celebre dramamturgo inglese.

lucrezia-ercoli-ffmg
passeggiata-ortigia

Passeggiata filosofico-teatrale

La passeggiata filosofico-teatrale coniuga la visita guidata all’ascolto attivo della parola filosofia e letteraria, grazie all’interpretazione teatralizzata del testo ad opera di attori specializzati in didattica teatrale per ragazzi.

Nella scorsa edizione, abbiamo visitato l’Isola di Ortigia, zona più antica di Siracusa, con la sua costa selvaggia e affascinante.

Qui abbiamo incontrato poeti, filosofie scrittori, in un percorso di svelamento di energie cosmiche e di sentimenti atavici, propri della natura umana.

Tra passato e presente abbiamo vissuto forti emozioni in compagnia dell’Ifigenia diEuripide;  del più acuto conoscitore del mondo tragico, il filosofo Nietzsche con il suo Superuomo; del caustico e dissacratore Charles Bukowski; della poesia dolce e profonda di Jacques Prevert e di quella violenta e caustica di Lorenzo Steccheti, uno dei rappresentanti della Scapigliatura milanese, che dedica un canto all’Odio.

Come a dimostrare, se ce ne fosse ancora bisogno, che l’amore e l’odio non hanno tempo e non hanno età.

Foto dall'edizione precedente

1° giorno

  • Accoglienza nell’area.
  • Presentazione delle attività.
  • Spettacolo di apertura festival
  • Sistemazione presso le strutture.

2° giorno

  • Atene, Visita dell’ Acropolis, Partenone, colle Filopappo, Teatro di Dioniso
  • Agorà tra docenti.
  • Laboratori di filosofia pratica.
  • Passeggiata Filosofico Teatrale, visite guidate.
  • Spazio concorsi: Anima la filosofia.

3° giorno

  • Epidauro, visita del sito archeologico, Tempio di Asclepio, Stadio e teatro di Epidauro
  • Visita guidata
  • Intervento filosofico
  • Agorà tra docenti.
  • Spazio concorsi: anima filosofia

4° giorno

  • Delfi, Visita guidata dell’area archeologica
  • Dialogo Filosofico, incontro con la Pizia
  • laboratori di filosofia pratica
  • concorsi animafilosofia

6° giorno

  • Saluti e Partenze

5° giorno

  • Visita dell’area archeologica di Messene antica, Odeon, anfiteatro , Stadio,
  • Dibattito filosofico teatrale
  • laboratori di filosofia pratica
  • Un_anime e premiazione concorsi animafilosofia.

Contattaci per iscriverti all'evento