Antiche energie che fanno emergere la nostra forza vitale.

L'evento si svolgerà dal 1 al 5 aprile 2020 in Sicilia. Quattro giorni dedicati a un'esperienza didattica e formativa con passeggiate filosofico-teatrali, dialoghi, laboratori di filosofia pratica e altro ancora.


La Sicilia, nata dalla rabbia e dalla forza del gigante ribelle Encelado, come narra la grande epopea mitologica della grecità mediterranea, accoglie il Festival della Filosofia in Magna Grecia attraverso un percorso che da Catania a Siracusa ripropone territori tra i più cari ai colonizzatori ellenici. Incontreremo L’Etna, il mare e le antiche e possenti testimonianze di una civiltà che è dentro le nostre radici.

Entreremo in contatto con uno dei temi più coinvolgenti della filosofia occidentale; rivivremo una emozionante esperienza guidati dalla filosofia di Empedocle, nume tutelare di questa terra, ultimo forse della stirpe dei filosofi-sciamani. Amore e odio sono le energie ataviche e talvolta oscure che fanno emergere la nostra più autentica forza vitale.

Perché partecipare all'evento

Il Festival della Filosofia è un evento didattico e culturale, dedicato agli studenti liceali tra i 16 e i 19 anni.  Pensato per rispondere al bisogno di filosofia come pratica condivisa, offre un valido un sostegno all’ insegnamento scolastico tradizionale portando la filosofia nei luoghi in cui è nata. Il tema filosofica viene declinato in una serie di attività pratiche e formative, grazie alle quali gli studenti realizzano un percorso di crescita e di appropriazione di sé.

Crescita personale

Attivare processi di ben-essere, che aiutano a star bene con sé e con gli altri, rispondendo ai bisogni di crescita della persona quali equilibrio, autonomia, autostima, responsabilità, identità, empatia.

Oltre la scuola

Sviluppare il “pensiero critico” fuori dalle mura accademiche e dalle aule scolastiche per riportare la Filosofia nell’agorà, luogo di ascolto e dialogo, di scambio di idee e di condivisione di intenti

Patrimonio culturale

Puntiamo a promuovere nei ragazzi la conoscenza del patrimonio culturale e archeologico, andiamo alla scoperta del “genius loci” sensibilizzare alla bellezza, al sentire e alla creatività.

I nostri strumenti didattici

Dialogo filosofico

Ogni anno il Festival della Filosofia ospita un filosofo di rilievo internazionale che dialoga con i ragazzi sul tema dell’evento.  La dimensione maieutica e dialogica realizza un’esperienza didattica innovativa, dove il filosofo veicola il contenuto filosofico attraverso le categorie intellettuali dei ragazzi.

Nella scorsa edizione abbiamo ospitato Lucrezia Ercoli, un’eccezionale giovane filosofa, direttrice del festival di Filosofia del Contemporaneo “Popsophia” e docente di Filosofia dell’arte e dello spettacolo” presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata.

Lucrezia ha presentato un Dialogo Filosofico nella magica cornice del Teatro di Noto, davanti ad una giovane platea attenta e partecipe. Il titolo, “O amore rissoso! O odio amoroso! Il caos di leggiadre forme tra Empedocle e Shakespeare” ha colto perfettamente la tematica del Festival mettendo in relazione il pensiero del medico e pensatore greco con la filosofia del celebre dramamturgo inglese.

lucrezia-ercoli-ffmg
passeggiata-ortigia

Passeggiata filosofico-teatrale

La passeggiata filosofico-teatrale coniuga la visita guidata all’ascolto attivo della parola filosofia e letteraria, grazie all’interpretazione teatralizzata del testo ad opera di attori specializzati in didattica teatrale per ragazzi.

Nella scorsa edizione, abbiamo visitato l’Isola di Ortigia, zona più antica di Siracusa, con la sua costa selvaggia e affascinante.

Qui abbiamo incontrato poeti, filosofie scrittori, in un percorso di svelamento di energie cosmiche e di sentimenti atavici, propri della natura umana.

Tra passato e presente abbiamo vissuto forti emozioni in compagnia dell’Ifigenia diEuripide;  del più acuto conoscitore del mondo tragico, il filosofo Nietzsche con il suo Superuomo; del caustico e dissacratore Charles Bukowski; della poesia dolce e profonda di Jacques Prevert e di quella violenta e caustica di Lorenzo Steccheti, uno dei rappresentanti della Scapigliatura milanese, che dedica un canto all’Odio.

Come a dimostrare, se ce ne fosse ancora bisogno, che l’amore e l’odio non hanno tempo e non hanno età.

Foto dall'edizione precedente

Programma dell'evento 2020

l progetto educativo FFMG si compone di attività specifiche dedicate alla formazione filosofica, allo sviluppo della consapevolezza e alla formulazione di linguaggi e codici artistici. L’aspetto fortemente innovativo che caratterizza il percorso è la metodologia della ricerca-azione che si esplicita in alcune attività caratteristiche dell’evento.

  • Passeggiata filosofico-teatrale all’interno di aree di particolare interesse.
  • Dialoghi filosofici con professori e filosofi del panorama culturale italiano.
  • Laboratori di filosofia pratica (teatro, suono, movimento espressivo, etc.).

Il Festival offre agli studenti e ai loro docenti accompagnatori un’ esperienza culturale ed emozionale di forte impatto che ha diverse finalità.

1° giorno

  • Accoglienza nell’area.
  • Presentazione delle attività.
  • Spettacolo di apertura festival
  • Sistemazione presso le strutture.
  • Cena e spazio concorsi.

2° giorno

  • Passeggiata Filosofico Teatrale.
  • Agorà tra docenti.
  • Laboratori di filosofia pratica.
  • Cena presso la struttura.
  • Concorso: Anima la filosofia.

3° giorno

  • Dialogo filosofico.
  • Agorà tra docenti
  • Laboratori di Filosofia Pratica
  • Cena presso la struttura.
  • Filosofia in Festa

4° giorno

  • Laboratori Filosofici
  • Un_Anime: azione corale dei Laboratori
  • Spettacolo Finale
  • Consegna degli Attestati
  • Saluti e Chiusura Festival

Contattaci per iscriverti all'evento